fbpx

Assoluti, nell’ultima giornata brillano Desalu, Vergani e Pedroso

Yadisleidy Pedroso (Foto: Giancarlo Colombo)
Di: Diego Sampaolo

Gli ostacolisti e i velocisti hanno regalato le migliori emozioni di una scoppiettante terza giornata dei Campionati Italiani assoluti nel rinnovato Stadio di atletica Giuseppe Grezar, calciatore del Grande Torino morto nella tragedia di Superga.

La copertina della giornata conclusiva spetta ai quattrocentisti ad ostacoli Yadisleidy Pedroso e Lorenzo Vergani. L’italo-cubana Pedroso ha realizzato il personale stagionale e la terza migliore prestazione della sua carriera con un eccellente 55.09 precedendo Marzia Caravelli, seconda con 56”65.

Il milanese Lorenzo Vergani, portacolori del Cus Pro Patria Milano ha demolito di addirittura 82 centesimi di secondo il record personale sui 400 ostacoli con un eccellente 49”36, che gli ha permesso di battere di nove centesimi di secondo José Reynaldo Bencosme, che ha avvicinato il record personale con 49”45. Da sottolineare che Vergani ha la passione per l’atletica nel sangue e vive a due passi dall’Arena Civica di Milano.

Notevole anche il 20”33 con vento a favore (+2.2 m/s) del ventitreenne Eseosa Fausto Desalu, che ha vinto il titolo italiano consecutivo sui 200 metri dopo la vittoria dello scorso anno di Rieti quando corse in 20”31 diventando il terzo italiano di sempre dopo Pietro Mennea e Andrew Howe. L’italo britannico Antonio Infantino si è piazzato al secondo posto in 20”51 davanti Lodovico Cortelazzo (20”84).

Gloria Hooper ha vinto di sette centesimi di secondo la campionessa italiana dei 100 metri Irene Siragusa in 23”14 con forte vento contrario di -2.0 m/s.

Le gare di mezzofondo hanno fatto soprattutto il tentativo di Francesca Bertoni di ottenere il minimo per i Mondiali di Londra sui 3000 siepi ma l’allieva di Lucio Gigliotti ha dovuto correre da sola e ha visto sfumare l’obiettivo una volta che è rimasta da sola chiudendo in 9’56”94. Eleonora Curtabbi ha ottenuto il minimo per gli Europei Under 23 di Bydgoszcz chiudendo in 10’08”80.

La siciliana Giulia Aprile ha vinto in volata i 1500 metri in 4’20”56 precedendo Eleonora Vandi (4’21”19) e la junior Gaia Sabbatini (4’21”25). Ala Zoghlami si è aggiudicato il primo titolo italiano sui 3000 siepi in 8’36”42 precedendo Ahmed Abdelhawed (8’36”73).

La rassegna tricolore si è conclusa con le staffette 4×400 dove si sono imposte le Fiamme Gialle in campo maschile con il tempo di 3’06”90 davanti al Cus Pro Patria Milano (3’10”63) e l’Esercito in ambito femminile in 3’34”98 davanti al Cus Pro Patria Milano delle tre gemelline Virginia, Alexandra e Serena Troiani (3’35”98).

Articoli Correlati

Nadia Battocletti
Nadia Battocletti batte il record italiano under 20 nei 3000 metri
Tripletta dei fratelli Ingebrigtsen ai Campionati norvegesi
Sifan Hassan
Sifan Hassan batte il record mondiale del miglio a Montecarlo 
Yeman Crippa
Londra, Crippa vince la Coppa Europa dei 10.000 e trascina l’Italia al titolo
Sifan Hassan
Sifan Hassan batte il record europeo sui 3000 metri al Prefontaine Classic di Stanford
Vito Melito
Atletica in lutto: è morto Vito Melito