fbpx

Verdi marathon, iscrizioni aperte per l’edizione 2020

Partirà domenica 23 febbraio la 23ª edizione della manifestazione che attraversa i cosiddetti “luoghi Verdiani”, tra Salsomaggiore, Fidenza, Fontanellato, Soragna e Busseto, in provincia di Parma. La prima sotto la gestione diretta e completa degli organizzatori della Parma Marathon

Tutto confermato, per quanto riguarda le gare, per la 23ª edizione della Verdi marathon, in calendario per domenica 23 febbraio 2020: maratona, 30 km, mezza maratona, 10 km, quest’ultima anche non competitiva.

A cambiare è l’organizzazione: il gruppo di lavoro di Parma Marathon (Parmarathon ASD), che fa capo a Paolo Peschiera e Beppe Colonna, ha assunto al 100% la gestione dell’evento dopo il simbolico passaggio di consegne con Giancarlo Chittolini, ideatore e organizzatore fino al 2019 della manifestazione.

Iscrizioni

L’organizzazione della 23ª Verdi marathon è entrata nel vivo con l’apertura delle iscrizioni, avvenuta domenica primo settembre. Tre gli “step di costo” previsti, gara per gara.

Il primo durerà fino al 29 dicembre, il secondo andrà dal 30 dicembre al 2 febbraio, il terzo dal 3 al 20 febbraio.

Vediamoli nel dettaglio:

  • Maratona: 35 euro, poi 40 euro e infine 50 euro;
  • 30 km “Corsa del Principe”: 25 euro, poi 30 euro e infine 35 euro;
  • Mezza maratona di Fontanellato: 20 euro, poi 25 euro e infine 30 euro;
  • 10 km Salso-Fidenza: 15 euro fino al 2 febbraio, poi 20 euro;
  • 10 km non competitiva: 15 euro sempre.

 

Cambia la musica, ma la passione rimane

Al termine dell’edizione 2019 (nella foto l’arrivo del vincitore, Lorenzo Lotti), i nuovi organizzatori diffusero la seguente nota: “Il legame del territorio e degli atleti con il Patron Chittolini è stato difficile da migliorare, ma la passione e l’entusiasmo del nuovo gruppo, unito a un meteo fantastico, hanno fatto sì che anche l’ultima edizione del febbraio 2019 sia stata un successo. Oltre 3.000 atleti sono partiti cantando il “Va’ Pensiero” tratto dall’opera “Nabucco” del maestro Verdi, opera scelta nel 2019 per caratterizzare la gara e la medaglia dei finisher.”

Il via sulle note dell’Ernani

Novità anche nel rito del via a suon di musica. Nel 2020 a far da sigla di apertura della Verdi marathon saranno le note dell’Ernani. Rappresentata una prima volta a Venezia nel 1844, Ernani è un’opera di Verdi in quattro atti, tratta da un dramma dello scrittore francese Victor Hugo.

«È certamente meno nota del famosissimo “Va pensiero”, ma abbiamo pensato di offrire ai runner, molti dei quali appassionati anche di musica, una sorta di percorso a tappe nella produzione di Giuseppe Verdi: ogni anno la colonna sonora della maratona sarà dedicata a un’opera diversa del grande maestro e lo stesso accadrà con la medaglia per i finisher», ha spiegato a Correre Paolo Peschiera.

Cambia anche il logo

Il cambiamento è stato sottolineato anche a livello grafico: la Verdi marathon ha un nuovo logo, per quanto sempre dedicato al grande maestro “delle Roncole”: «Un maestro Verdi un po’ più austero – precisa Peschiera -, che osserva e controlla… Quasi fosse un allenatore in campo».

Articoli Correlati

Agenda del runner
Tre primati a Lisbona: record del percorso nella mezza maratona e nella maratona maschile
Degitu Azimeraw, record del percorso alla maratona di Amsterdam
Brigid Kosgei
Brigid Kosgei: “Posso correre ancora più veloce”
Abu Dhabi marathon, nuovo percorso per la seconda edizione
Brigid Kosgei
Brigid Kosgei cancella il record del mondo di Paula Radcliffe a Chicago
Eliud Kipchoge
Maratona: Eliud Kipchoge, infranto il muro delle due ore!