fbpx

Sport Network lancia il circuito dei grandi eventi running

26 Aprile, 2021
Foto: Mario Suarato

La concessionaria del Gruppo editoriale Amodei (Corriere dello Sport e Tuttosport) ha annunciato la nascita di un circuito commerciale che collega le maratone di Firenze, Roma e Venezia, la mezza maratona di Napoli e la Sorrento Positano. Una strategia messa a punto per valorizzare l’ulteriore esplosione del running durante la pandemia. Ne abbiamo parlato con Daniele Quinzi (Head of Marketing Gruppo Amodei) e con Fabio Terenzi (Head of Events Sport Network).

Presto, ce lo auguriamo, avremo modo di vedere quanto i runner siano davvero aumentati ulteriormente durante la pandemia. Ce lo diranno i parchi delle regioni in zona gialla e le corse su strada e nel trail running che stanno ripartendo, ma già ce lo confermano le aziende del settore (scarpe soprattutto) e i punti vendita specializzati, che sono testimoni di una domanda stagionale in crescita, generata da nuovi appassionati.

 

Un circuito commerciale running

«Si tratta di un’opportunità importante per tutte le aziende che intendono legare il proprio brand a questa passione che accomuna l’Italia da nord a sud ed è presente in tutte le fasce sociali. Un’energia di un’intensità mai vista prima, che ha solo bisogno di essere coordinata e valorizzata» ha spiegato – Daniele Quinzi, head of marketing del Gruppo Amodei (Corriere dello Sport e Tuttosport) in occasione della presentazione del nuovo circuito commerciale running proposto da Sport Network, concessionaria di pubblicità del gruppo editoriale.

Si tratta di un circuito commerciale che comprende e collega maratone e 21 km tra le più importanti d’Italia: Venicemarathon, Firenze Marathon, Acea Run Rome The Marathon (dove il Corriere dello Sport agisce come organizzatore insieme a Infront Italy, Atielle Roma e Italia Marathon Club) e gli eventi organizzati da Napoli Running quali la Napoli City Half Marathon e la Sorrento-Positano.

«Con noi collabora Lorenzo Cortesi, da anni al timone della Venicemarathon, e che con la sua esperienza nel running è fondamentale in questo progetto – precisa Quinzi, che da maratoneta conosce bene il valore emozionale del running italiano -. È giunto il momento di far capire ai brand che una passione come questa genera target. Quando corro in una gara bella, come lo sono le maratone e le altre corse disputate nei luoghi italiani, mi si fissano nella mente ricordi indelebili. Vogliamo offrire ai brand la possibilità di far parte della passione dei runner e di essere percepiti come soggetti protagonisti del loro stile di vita.»

Daniele Quinzi (Head of marketing del Gruppo Amodei)

Tre passioni in crescita

Running, ma anche padel e i cosiddetti “esports”. La pandemia ha portato gli italiani a cominciare o a intensificare la pratica soprattutto di queste tre attività.

“Allo stop causato dalla pandemia – si legge nella nota diffusa da Sport Network – , si reagisce con un’operazione basata su tre mondi che hanno resistito alla crisi: la passione per la corsa ha portato tutti i runner italiani (e del mondo) a trovare il modo di correre in ogni caso, anche oltre le competizioni che sono state sospese nel corso del 2020; la passione per gli Esports ha visto migliaia di ragazzi in contatto diretto ogni giorno, in un’attività che non ha bisogno necessariamente del contatto fisico, vive nel modo virtuale, e pertanto ha potuto crescere nonostante le restrizioni; la passione per il padel è un fenomeno sotto gli occhi di tutti, migliaia di persone ogni giorno in Italia cercano di aggiudicarsi il campetto per una partita tra amici. Aggregante, divertente, ha permesso a centinaia di migliaia di appassionati di trovare uno sfogo alle restrizioni da Covid che hanno colpito e limitato il mondo dello sport.”

Fabio Terenzi (Head of events di Sport Network)

 

«È soprattutto una questione di passione – precisa Fabio Terenzi (Head of events di Sport Network) -: in queste tre attività le community si sono dimostrate particolarmente capaci di aggregare e di includere. La passione aggrega e attiva il target. Il nostro ruolo è quello di collegare questo target e i brand proprio valorizzando la passione.»