fbpx

Ron Hill, il Forrest Gump da un miglio al giorno

14 Febbraio, 2017
Foto Mark Power

Ron Hill chi è costui? Un personaggio interessante con un passato da grande ex. Andando  leggere i testi sacri dell’atletica di qualche anno fa e ci si accorge che Hill è nato nel 1938 nel Regno Unito a Accrington, ha detenuto numerosi record mondiali e nazionali nel mezzofondo. Ha stabilito il primato mondiale sulle 10 miglia (47:02, Leicester, aprile 1968; 46:44, Leicester, novembre 1968); 15 miglia (72:48.2, Bolton, luglio 1965) e 25 km (75:22.6, Bolton, luglio 1965).

Nel 1963 Hill vinse le 6 miglia ai campionati britannici con 27’49″8, eguagliando il record nazionale. Alle Olimpiadi di Tokyo si piazzò 18° nei 10.000 e 19° nella maratona. Quattro anni dopo a Città del Messico fu 7° nei 10.000.

Nel 1969 divenne campione europeo e l’anno successivo vinse la maratona di Boston e la stessa gara ai Giochi del Commonwealth.
Nel 1972 alla sua ultima Olimpiade a Monaco giunse 6° nella maratona.

Dunque un personaggio di un certo interesse nel mondo delle corsa lunga. Non molto alto: 1,67, peso forma quando era agonista 61 kg, pertanto il tipico maratoneta fine anni Sessanta inizio Settanta. Diverso sicuramente dagli atleti keniani e etiopi che hanno dominato successivamente e  dominano in questi anni.

Ron Hill è salito agli onori delle cronache (si dice così…) per aver conseguito tutti i risultati descritti, ma anche per aver iniziato a correre ogni giorno un miglio (m.1609) abitudine che aveva intrapreso durante la sua attività di atleta per 52 anni e 39 giorni, tutti i giorni compreso Natale.

Ron è andato avanti per 19.032 giorni consecutivi prima di alzare bandiera bianca. La sua ultima uscita è avvenuta a 78 anni il 28 gennaio scorso, Ron Hill ha percorso in 16’34” il miglio con una certa difficoltà. La sua performance ha portato alla mente “Forrest Gump” il film di Robert Zemeckis interpretato da Tom Hanks che dopo aver percorso in lungo e in largo gli Usa disse “ sono stanco”.

Ron Hill non era stanco alla fine di gennaio, ma vista l’età, 78 anni e qualche acciacco ha alzato bandiera bianca. Hill ha annunciato la sua decisione alla Streack Runners internazionale che raccoglie 700 adepti che corrono tutti i giorni in miglio. Hill era il più antico, il termine anziano non mi sembra appropriato per un maratoneta ex campione d’Europa, appartenente a questo sodalizio, il primato ora appartiene a Jon Sutherland, 66 anni scrittore californiano di West Hill che corre dal maggio del 1969.

Per iscriversi al club non occorrono testimoni, fotografie o altri dati. Quota annua di 20 euro.