fbpx
Maura Viceconte

Ricordando Maura

Di: Walter Brambilla

E’ già trascorso un anno da quel giorno. Un anno senza il sorriso dolce di Maura. Un anno senza la modestia di una maratoneta mamma. Trecentosessantacinque giorni dopo quel tragico 10 febbraio da quando Maura ha iniziato a correre sulle nuvole.

Per ricordarla nel mese di marzo dell’anno scorso durante il Festival del Cross a Venaria Reale (assoluti e societari di corsa campestre) fu dedicata un’area del Parco della Mandria, dove si svolse la manifestazione. Gli amici che non l’hanno scordata a un anno dalla sua scomparsa, hanno deciso che domenica 16 febbraio dalle ore 15 (Borgo Castello) chiunque vorrà ricordarla lo potrà fare raccontandola, passandosi il microfono di mano in mano. E’ sufficiente una frase, un momento, un accenno di racconto, un aneddoto, mentre dei musicisti le dedicheranno dei brani musicali.

Maura è stata una grandissima maratoneta, ha ancora oggi il secondo miglior tempo sulla distanza e il suo primato italiano nei dieci mila resiste da anni, pertanto chi volesse commemorarla in maniera diversa, potrà correre, oppure camminare, all’interno dell’area a lei dedicata.

Durante il pomeriggio sarà proiettato il film “La vita è una maratona. La corsa il mio modo di vivere”. Un docu-film scritto da Remigio Picco con la regia di Luigi Cantore. L’ingresso per arrivare a Borgo Castello è raggiungibile dopo aver percorso 800 metri dall’ingresso Porta Verde di Venaria Reale. Come i lettori potranno leggere, poche note, senza lungaggini per raccontarla, probabilmente lei stessa, abbastanza schiva non avrebbe mai voluto troppe parole. Ciao Maura, sempre nei nostri cuori.Maura Viceconte

Maura Viceconte

Articoli Correlati

Maura e Simona Viceconte
Morta suicida la sorella di Maura Viceconte
Festa del cross: Crippa e Tommasi campioni italiani, in luce Zenoni e Battocletti
Maura Viceconte
L’atletica in lutto: è morta Maura Viceconte
Maura Viceconte: la vita è una maratona
Maura Viceconte: pronto il docufilm sulla sua vita di corsa