fbpx

Provate per voi: Brooks Glycerin 19 & Glycerin 19 GTS

09 Marzo, 2021
Dopo la presentazione arriva il momento della valutazione del nostro esperto sui due modelli “gemelli”: “Ci si può davvero dimenticare di averle ai piedi, i quali pertanto possono svolgere tranquillamente la loro funzione naturale, nel massimo comfort e senza alcuna interferenza.”. Vediamo nei dettagli i motivi del giudizio. 

Ho avuto il piacere di correre un bel po’ di chilometri con le Brooks Glycerin 19, ultima versione del modello al top fra le scarpe ammortizzate della casa di Seattle e, parallelamente, anche con la gemella Glycerin 19 GTS. Infatti, per la prima volta, la Brooks ha raddoppiato l’offerta Glycerin, affiancando la nuova versione “Go To Support”, rinforzata con un supporto GuideRails, che subentra alle Transcend. Così, oltre alla classica Glycerin neutra, da oggi è possibile scegliere una scarpa identica (con la medesima ammortizzazione, lo stesso colore, etc.), ma più stabile grazie al supporto GuideRails (entrambe a un prezzo di listino di 170 euro).

Si tratta di scarpe del più alto livello, costantemente aggiornate da due decenni, che esaltano l’eccellenza dei materiali impiegati, in particolare nell’intersuola, che ora è interamente in DNA Loft. Come altre Brooks recenti, anche le Glycerin 19 sono costruite su una forma molto comoda e perfettamente dimensionata, che assicura comfort e sicurezza.

Aumentano gli spessori dell’intersuola

Intersuola – Su questa diciannovesima edizione, la Brooks ha decisamente aumentato lo spessore dell’intersuola: sulle scarpe testate (taglia 12 US), ho misurato uno spessore complessivo di 23 mm sotto i metatarsi, e di 35 mm a lato del calcagno e quindi un differenziale effettivo di 12 mm. È da sottolineare che, rispetto alle precedenti Glycerin 18 di pari taglia, sono stati aggiunti ben 4 mm di intersuola. A dispetto di questo aumento, sulle Glycerin 19 provate il peso è sceso a 330 grammi (5 in meno della versione precedente). Le Glycerin 19 GTS provate pesano invece 348 grammi, quindi 18 grammi in più, per via del supporto semirigido. 

Per la taglia centrale (9 US uomo) delle Glycerin 19, la Brooks dichiara un peso di 289 grammi, e 303 grammi per la Glycerin 19 GTS, con un’ intersuola aumentata di 2 mm e un differenziale di 10 mm, per entrambe.

La suola, ad ampia superficie di contatto, ha un tacco in gomma anti abrasione, segmentato in 7 elementi laterali indipendenti, per adattarsi ad ogni angolo di impatto. Nella cavità sotto al calcagno e al centro della zona laterale è esposta l’intersuola DNA Loft, mentre la restante superficie è ricoperta da morbida gomma semi-espansa. 

La tomaia, engineered mesh, è una morbida maglia traforata, leggermente elastica, con al suo interno un manicotto avvolgente attorno a mesopiede e avampiede, che elimina possibili sfregamenti o abrasioni. Intorno all’allacciatura, e nella zona centrale, un sovra-stampaggio di sottili elementi in plastica flessibile irrobustisce e solidarizza la maglia. Come usanza Brooks, la linguetta è riccamente imbottita, così come il colletto, specie nella zona sopra al tendine di Achille. Due piccole stampe riflettenti posteriori rendono le scarpe individuabili al buio. Il pacchetto comfort è completato da un morbido sottopiede estraibile in poliuretano traspirante Ortholite. 

Brooks Glycerin 19 GTS
Brooks Glycerin 19 GTS – donna
Comportamento su strada 

Correndo con entrambe le Glycerin 19 & Glycerin 19 GTS, ci si può davvero dimenticare di averle ai piedi, i quali pertanto possono svolgere tranquillamente la loro funzione naturale, nel massimo comfort e senza alcuna interferenza. La continua ottimizzazione dei materiali e della geometria (ora leggermente più rialzata in punta), unita al significativo incremento di spessore dell’intersuola, determinano una gran bella ammortizzazione, sotto l’intero piede, e permettono l’adattamento a ogni tipo di appoggio. La notevole portanza dell’intersuola DNA Loft, permette infatti di ammortizzare ottimamente ogni impatto, senza l’affondamento che penalizza altre scarpe molto ammortizzate, mentre, quando si spinge per accelerare, la risposta elastica c’è. Le due versioni gemelle sembrano avere un comportamento sostanzialmente identico, con l’unica differenza di un migliore supporto posteriore, appena percepibile, che distingue le Glycerin 19 Go To Stability.

Brooks Glycerine GTS

Con questa differenziazione, quindi, La Brooks propone scarpe capaci di fornire un’ottima protezione a svariati runner, di diverse caratteristiche e peso, e per molteplici usi, compresi quelli che, correndo, compiono una pronazione accentuata. 

Grazie al ritorno della gomma semi-espansa, è migliorato anche il feeling della suola di entrambe le Glycerin 19 : in combinazione con l’ampia superficie di contatto, il disegno omogeneo e privo di spigoli aggettanti, si può apprezzare anche un valido smorzamento delle forze orizzontali conseguenti alla frenata, che sappiamo essere importante per prevenire lesioni ai legamenti.

Conclusione

Con lo sdoppiamento delle sue Glycerin 19 e Glycerin 19 GTS, oggi la Brooks propone due ottime scarpe di alta gamma, al top dell’ offerta globale attuale, sia fra le scarpe neutre, che fra le stabili. Grazie all’ottima calzata, all’impostazione semplice e collaudata, e agli eccellenti materiali impiegati, entrambe offrono un comfort superiore, con una notevole protezione, senza interferire con la naturale funzionalità del piede. Sono scarpe sufficientemente leggere, e molto polivalenti, raccomandabili per la corsa su strada, e altro, a diverse andature, su varie distanze, ad un ampio ventaglio di utenti, compresi anche forti pronatori e runner di stazza importante.

Nota

Peso 75 Kg, sono alto 182 cm. È possibile che podisti di peso diverso e/o con un diverso stile di corsa, o una taglia diversa, percepiscano sensazioni differenti. L’adattamento indicato, relativamente a morfologia, biomeccanica e uso (essendo soggettivo) è il mio, personale e probabilmente risulterà diverso per altri. Le scarpe per questo test sono state fornite gratuitamente da Brooks Italia, ma non esistono vincoli tali da condizionare l’indipendenza dei pareri forniti.