fbpx

Non solo Boclassic: il riassunto delle corse di San Silvestro in giro per il mondo

02 Gennaio, 2018

Non solo Boclassic a Bolzano: le corse di San Silvestro sono una tradizione da rispettare. Nell’ultimo giorno dell’anno si sono svolte corse internazionali in ogni angolo del mondo. Ecco qui una breve panoramica per finire (ma soprattutto iniziare) l’anno nel migliore dei modi, cioè di corsa.

Corse di San Silvestro: We run Rome

Sull’affascinante percorso di Roma è andata in scena la settima edizione della We Run Rome con oltre 10000 podisti al via (8000 partecipanti alla 10 km e altri 2000 nella 5 km non competitiva). Sara Dossena si è classificata seconda in 33’38” con una gara in rimonta a soli tre secondi dalla polacca Karolina Nadolska (maratoneta dal personale di 2:26’), prima al traguardo in 33’35”. La britannica Lily Partridge ha completato il podio in 33’53” davanti alla piemontese Sara Brogiato (vincitrice della Rome Half Marathon Via Pacis). La trentina Federica Dal Ri si è classificata sesta in 35’24” alle spalle della francese Fadouwa Ledhem (35’10”). Dossena tornerà in gara al Campaccio (6 Gennaio) e alla mezza maratona di Doha (12 Gennaio). Il keniano residente in Italia James Kibet si è aggiudicato la gara maschile in 29’03” davanti al marocchino Jaouad Tougane (29’12”) e agli azzurri di maratona Stefano La Rosa (29’23”) e Daniele Meucci (29’42”). Meucci disputerà la maratona di Otsu in Giappone nel prossimo mese di Marzo. Il percorso ha attraversato i luoghi più affascinanti della capitale italiana: le Terme di Caracalla, il Circo Massimo, Piazza Venezia, Via del Corso, Piazza di Spagna, Piazza del Popolo, Piazza del Pincio, Villa Borghese, Via Veneto, Via dei Fori Imperiali, il Colosseo fino al traguardo alle Terme di Caracalla.

Corse di San Silvestro: San Silvestre Vallecana a Madrid

L’etiope Gelete Burka e il keniano Erick Kiptanui si sono imposti nella cinquantatreesima edizione della San Silvestre Vallecana sul tradizionale percorso dallo Stadio Santiago Bernabeu (casa del Real Madrid) allo Stadio del Rayo Vallecano, altro club calcistico madrileno. Burka (medaglia d’argento ai Mondiali di Pechino nel 2015 e campionessa mondiale indoor sui 1500 metri a Valencia 2008) si è imposta nella gara femminile di 10 km mancando il record del percorso da lei stessa detenuto dal 2012 di appena due secondi. La campionessa etiope ha battuto nettamente la portoghese Catarina Ribeiro (32’41”) e la britannica Alison Dixon (32’57”). Kiptanui si è aggiudicato la gara maschile di 10 km realizzando con il tempo di 27’34” la terza migliore prestazione di sempre su questo percorso. Solo i grandi Eliud Kipchoge e Zersenay Tadese hanno corso più velocemente di Kiptanui nella storia della gara della capitale spagnola. Il campione mondiale under 20 dei 3000 siepi Amos Kirui si é classificato secondo migliorando il record personale di un minuto e 43 secondi con 27’48”. Lo spagnolo Antonio Abadia ha completato il podio classificandosi terzo in 28’24” precedendo l’eritreo Nguse Amlosom (28’35”) e Jesus Espana (28’36”).

Corse di San Silvestro: Silvesterlauf di Trier

La giovane fuoriclasse del mezzofondo tedesco Konstanze Klosterhalfen (argento agli Europei Indoor di Belgrado e campionessa europea under 23 sui 1500 metri) ha trionfato per il secondo anno consecutivo in 15’34” davanti alla ruandese Salome Nyirarukundo (15’50”) e l’etiope Melat Yisak Kejeta (15’51”). Il marocchino Zohar Talbi è stato il primo atleta del suo paese a vincere a Trier facendo segnare il tempo di 23’09” con due secondi di vantaggio sull’ugandese James Sugira.

Corse di San Silvestro: Corrida di Houilles (Parigi)

Lo svizzero di lingua francese Julien Wanders e la keniana Stacy Ndiwa hanno conquistato il successo alla Corrida di Houilles, popolare corsa su strada alle porte di Parigi. Il successo del ventunenne ginevrino ha posto fine al dominio africano in questa manifestazione che durava da 30 anni. Wanders è il primo europeo ad imporsi nella periferia a rord ovest di Parigi dai tempi del francese Paul Arpin nel 1987. Wanders ha tagliato il traguardo in 28’02” arrivando a 15 secondi dal record della corsa detenuto da Imane Merga nel 2010 con 27’47”. Jemal Yimer, quinto ai Mondiali di Londra sui 10000 metri in 26’56”11, ha conquistato la piazza d’onore arrivando ad un solo secondo da Wanders. L’elvetico si è messo in luce la scorsa primavera in occasione della Stramilano quando migliorò il record svizzero under 23 di Viktor Rothlin. L’etiope Yasin Haji (campione del mondo juniores di cross nel 2015) ha completato il podio in terza posizione in 28’27” precedendo il keniano Cornelius Kangogo (tre volte vincitore a Houilles), quarto in 28’53” e il campione europeo dei 3000 siepi di Zurigo 2014 Yohan Kowal (28’54”). Stacey Ndiwa ha rispettato il ruolo di favorita vincendo la gara femminile in 31’35” precedendo Eveline Chirchir (32’10”) e Magdaline Masai (32’36”).

Corse di San Silvestro: Silvesterlauf di Peuerbach (Austria)

La campionessa olimpica e primatista mondiale dei 3000 siepi Ruth Jebet ha rispettato il ruolo di favorita vincendo la gara femminile di 5.1 km in 15’38” migliorando di quattro secondi il record del percorso detenuto da Alice Aprot dall’edizione 2015. Peruth Chemutai si è classificata seconda in 16’20” superando di 22 secondi la serba Amela Terzic. Il keniano Victor Chumo ha vinto la Corsa di San Silvestro austriaca di Peurebach per il quarto anno consecutivo precedendo come nelle ultime tre edizioni il bronzo europeo dei 5000 metri di Amsterdam 2016 Richard Ringer.

Corse di San Silvestro: Silvesterlauf di Hannover

La forte maratoneta tedesca di origini etiopi Fate Tola (seconda alla maratona di Francoforte nel 2016) si è imposta ad Hannover sulla distanza dei 5.6 km in 20’18” precedendo Svenja Meyer di otto secondi. Il tedesco di origini eritree Yannik Reihs ha vinto la gara maschile in 17’26”.