Il ritorno di Nadia Battocletti

Il ritorno di Nadia Battocletti

16 Novembre, 2022
Foto Francesca Grana

Era sparita da radar. Da troppo tempo. Dopo il Mondiale mancato a causa di un infortunio, per Nadia Battocletti una sola apparizione nel meeting di Nembro, poi il campionato continentale di Monaco di Baviera in agosto dove nei 5000 si piazza al settimo posto. A quel punto, logico attendersi un finale di stagione degno per la trentina allenata da papà Giuliano. In parecchi l’attendevano a Rovereto al Palio della Quercia, all’ultimo istante Nadia però decide di disertare l’appuntamento e di chiudere le trasmissioni per il 2022 (quelle estive s’intende).

Il problema è causato da una noiosissima mononucleosi contratta al ritorno dagli Europei. Ritorna a calzare le scarpe verso ottobre, con la speranza di poter vestire la maglia azzurra a Venaria l’11 dicembre, giorno del Campionato Europeo di corsa campestre. Chilometri, come se piovesse, sempre seguita come un’ombra da papà Giuliano in bicicletta.

Poi la decisione di presentarsi nel cross spagnolo di Atapuerca domenica scorsa, non di certo un azzardo, conoscendo la ragazza, si sa che non ama voli pindarici ma gestisce ogni momento della sua stagione. Si presenta nei pressi di Burgos regione Castilla Y Leon (la Spagna resta sempre la mecca del cross) sa di avere contro atlete di livello internazionale, ma come suo costume lei non demorde, chiude sesta in 26’17” sui quasi 8km del tracciato, battuto dal vento.

Vince la keniana Beatrice Chebet che a Eugene si era messa al collo l’argento nei 5000. Nadia si dichiara soddisfatta del sesto posto, seconda delle europee, adesso si concentrerà per il prossimo appuntamento ad Alcobendas, sempre nella regione iberica il 27 novembre.

Invece domenica prossima gli azzurri che pretendono di vestire l’azzurro per il campionato continentale si daranno battaglia sullo stesso tracciato dei campionati Europei a Venaria. Si va da Aouani a Chiappinelli, da Ala e Osama Zoghlami e Neka Crippa, da Cavalli a Selva sino a Lonedo tra le donne tutti il cross lungo. Per il cross corto in lizza nomi come Pietro Arese e Federica Del Buono.

Allenamento News Equipment Salute Correre