fbpx
Geoffrey Kamworor new york

Incidente in corsa per Geoffrey Kamworor

Giancarlo Colombo
Di: Diego Sampaolo
La sorte si accanisce contro i big della corsa in Kenya: dopo il campione olimpico e primatista mondiale degli 800 Rudisha (frattura alla caviglia durante una semplice passeggiata) è ora il turno di uno dei più forti maratoneti del mondo…

Geoffrey Kamworor è stato investito da una moto mentre si stava allenando ad Eldoret, riportando la frattura a una tibia e ferite al ginocchio. Secondo il giornale keniano Daily Nation Kamworor è stato colpito da dietro subendo ferite alla testa e alla caviglia ed è stato subito operato.

“Mi trovavo a un chilometro da casa quando una motocicletta mi ha colpito da dietro durante il mio allenamento mattutino. Sono caduto ferendomi alla gamba e alla testa. Il motociclista mi ha poi aiutato portandomi all’ospedale dove sono stato ricoverato”, ha dichiarato Kamworor.

Kamworor è stato selezionato per i Mondiali di mezza maratona di Gdynia in Polonia, rinviati al prossimo 17 ottobre a causa della pandemia da Coronavirus. Il tre volte campione del mondo di mezza maratona aveva in programma di difendere la vittoria dell’anno scorso alla maratona di New York, originariamente programmata per il 1 novembre ma recentemente cancellata dagli organizzatori per la pandemia.

Kamworor ha vinto tre titoli mondiali di corsa campestre (due a livello assoluto a Guyang 2015 e a Kampala 2017 e uno da Juniores a Punta Umbria 2011, oltre al bronzo a Ahrus 2019), tre ori iridati di mezza maratona (Copenaghen 2014, Cardiff 2016 e Valencia 2018). Nel 2019 Kamworor ha stabilito il record del mondo alla mezza maratona di Copenaghen con 58’01”, prima di trionfare alla maratona di New York in 2h08’13”.