fbpx

Cinque domande alla bella Elena Romagnolo

10 Ottobre, 2017
Foto Giancarlo Colombo

Ci lascia. Così senza un perché…. E noi, suoi aficionados, per chi faremo il tifo nelle prossime gare? Sveliamo il segreto la “bella” Elena non è altro che Elena Romagnolo, biellese, che ha vestito oltre 20 volte la maglia azzurra, ha collezionato titoli italiani in diverse specialità e ancora oggi vantando due finali a Pechino (siepi) e Londra (5000) è la titolare del primato italiano categoria saltafossi in 9’27”48.

Stanca dell’atletica?

No, questo mai, ma la nascita di Carlotta che ora ha 20 mesi, mi ha condizionato molto, riuscire a coniugare entrambe le attività, non è facile”.

Quando lo hai deciso:

Sono riuscita a fare solo una gara di buon livello quest’anno alla fine di gennaio (Cinque Mulini), ero riuscita ad allenarmi bene per un paio di mesi, poi mentre preparavo la Stramilano, sono incappata nell’ennesimo guaio che ha condizionato il mio futuro e tutta la stagione. Così ho preso questa decisione”.

A malincuore?

Certo, ma la corsa non la dimentico, se ogni due giorni non indosso gli “strumenti” necessari, divento nervosa. Correre mi è entrato nel sangue e non voglio certo estirpare questa gioia di vivere”.

La conclusione è abbastanza amara per il mezzofondo azzurro: il trio composto da Silvia Weissteiner, Elisa Cusma ed Elena Romagnolo che erano riuscite nell’intento a ben figurare in contesti europei e mondiali, per una ragione o per l’altra non sono più della partita. Tocca a una nuova generazione, aspettiamo le varie Reina, Zenoni e perché no il ritorno della Del Buono, mentre l’unica ancora in attività con i gradi della capitana è Valeria Roffino e guai a chi ce la tocca!