Agenda runner – Solo 42 occasioni di corsa, dopo l’abbuffata delle feste

Una maratona (Messina), tre mezze maratone, due prove di skyrunning, cinque manifestazioni di trail running, un’ultramaratona (a Bagnacavallo, Ravenna). Totale: 12 appuntamenti classificati da Correre come manifestazioni di dimensione nazionale, cui vanno aggiunte le 30 corse su strada a disposizione dei runner nei calendari regionali, distribuite tra Campania (1), Emilia Romagna (1), Friuli Venezia Giulia (3), Lazio (1), Lombardia (6), Piemonte (7), Sicilia (1), Toscana (4) e Veneto (6).

Tutto qui. Come un podista affaticato dai troppi impegni, sembra quasi che anche il calendario del running voglia prendersi un fine settimana di riposo-rigenerazione dopo il ritmo intenso sostenuto durante il periodo delle feste di fine e inizio anno.

Ne approfittiamo per segnalare al lettore due iniziative particolari, che rivelano nei rispettivi organizzatori una grande passione per la corsa.

 

Siena con gli occhi di un podista

Leonardo Nannizzi (a destra nella foto con Elisa Rigaudo e Giorgio Damilano) è un senese DOC, contradaiolo dell’Istrice, dal 1978 titolare e animatore del negozio running “Il Maratoneta”. Dal 2006 ha inventato il circuito Siena Urban Running: una volta alla settimana un gruppo di corridori e uno di camminatori partono dal negozio per un allenamento nel centro storico di Siena (piazza del Campo è a 500 metri) e lungo il tracciato, ogni volta diverso, trovano in tre-quattro punti-stazione degli esperti che raccontano loro la storia e il valore del monumento o del luogo che stanno guardando. È prevista un’iscrizione per la singola giornata, ma anche un abbonamento per l’intera stagione. In questo periodo l’appuntamento è di giovedì, verso la fine del pomeriggio.

 

Renée Cuneaz alla festa dei maratoneti di Alba

Per il secondo anno consecutivo slitta a dopo le feste l’appuntamento con il “Club 42,195” di Alba (CN). Non si tratta di un vero e proprio gruppo podistico, ma di un’associazione con tanto di consiglio direttivo, i cui soci sono tutti i maratoneti albesi, indipendentemente dal gruppo podistico per il quale gareggiano. L’evento clou della vita del “Club 42,195” è proprio questa premiazione, che quest’anno si svolge sabato 12 gennaio, nella meravigliosa cornice della risorgimentale sala riunioni del municipio di Alba, officiata dal sindaco in persona, Maurizio Marello, e dal presidente del club, Andrea Alluto. Si premiamo con diploma i “neo-soci”, cioè tutti i runner albesi che nell’anno appena concluso hanno portato a termine la prima maratona, e poi coloro che, sempre nel 2018, hanno raggiunto un totale di cinque maratone in carriera o multipli di cinque.

Il clou della festa è la presenza di un personaggio (atleta, allenatore o esperto), che con la propria attività abbia contribuito a diffondere in Italia la passione per la maratona.

L’ospite d’onore di quest’anno è il maratoneta valdostano Renée Cuneaz, che viene intervistato dal condirettore di Correre, Daniele Menarini, prima di ricevere, infine, l’altrettanto tradizionale premio: 42 bottiglie di vino piemontese (Dolcetto d’Alba, ma anche Nebiolo, Barbaresco, Barbera). 42 bottiglie e un quartino, per l’esattezza.

Maggiori informazioni: https://www.correre.it/calendario/

 

Le top del fine settimana

Sabato, 12 gennaio

  • Capua (CE), Tifata Vertical race, 3,3 km (dsl + 612 m)

Domenica, 13 gennaio

  • Messina, 13ª Maratona Antonello da Messina, 42,195 km
  • Orlando (USA), Walt Disney World Marathon 42,195 km
  • Taipei (TWN), 25ª Taipei Charity Marathon 42,195 km
  • Bagnacavallo (RA), 11ª Ultramaratona della pace sul Lamone, 45 km
  • Novara, 23ª Mezza maratona San Gaudenzio, 21,097 km
  • Terni, 2ª Terni half marathon, 21,097 km
  • Vietri sul mare (SA), 18ª Vietri e dintorni, 10 km
  • Casarsa (PN), 44ª Marcia di Versutta, 12 km
  • Ostia (RM), 22° Trofeo Lidense, 15 km
  • Siena, 40ª Passeggiata a coppie della Befana, 11,5 km