fbpx

A scuola di charity: così raccogliamo fondi

30 Gennaio, 2018
Foto: Giancarlo Colombo

Si può fare? Sì #sipuofare. Ve lo dice RunForEmma&Friends, che nel 2016 ha raccolto 48.000 euro in soli sei mesi e nel 2017 ha superato il traguardo raggiungendo quota 53.000 euro, seconda nella speciale classifica che la Milano Marathon riserva per il charity program.

Le origini 

Anna Archetti e Marco Motola sono l’anima di RunForEmma&Friends, il team fucsia nato nell’ottobre del 2015 che in due anni ha raccolto oltre 100.000 euro destinati a bambini speciali e alle loro famiglie. Un risultato costruito con la passione e la forza delle emozioni.

L’obiettivo per il 2018 

Per la Milano Marathon 2018 l’asticella si alza ulteriormente. RunForEmma&Friends ha scelto di sostenere “Mio figlio ha una 4 Ruote”, un progetto del Sapre (Settore di Abilitazione Precoce dei Genitori dell’Unità Operativa di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza della Fondazione IRCCS Ca’ Granda-Ospedale Maggiore Policlinico di Milano) che consiste in una settimana di formazione e supporto psicologico e pratico per le famiglie di bambini affetti da SMA e costretti su una carrozzina.

Sette ingredienti per un successo

1) Definizione del progetto. «Da giugno a settembre individuiamo il progetto che vogliamo finanziare e studiamo la strategia da seguire. Facciamo una full immersion nella realtà che andremo a sostenere, perché più saremo bravi a trasmettere emozioni autentiche, maggiore sarà il risultato.»

2) Ricerca dei runner. «È un lavoro di scouting ma anche di cura e gestione delle relazioni. “Coccoliamo” i nostri ambassador perché ognuno di loro deve saper trasmettere emozioni ed energia positiva a quante più persone possibili.»

3) Contatti con le aziende. «Non lasciamo nulla di intentato verificando ogni singolo contatto e cercando di tessere una fitta rete di relazioni.»

4) Presenza digitale. «Sito internet, Facebook, Instagram e newsletter sono i nostri mezzi di comunicazione e condivisione. Attenzione però, a un like non corrisponde una donazione. I social servono a costruire la community, la donazione è legata al rapporto di fiducia che si crea tra le persone.»

5) Personalizzazione. «Tutto il nostro processo si basa su scambi reali e anche il nostro colore, il fucsia, è un segno di appartenenza.»

6) Mini eventi. « Il percorso è costellato da numerose occasioni in cui veicolare il nostro messaggio e il nostro obiettivo.»

7) Trasparenza e passione. «Ci mettiamo il cuore, ma soprattutto la faccia. I nostri obiettivi sono chiari e trasparenti. Se tu spingi con le emozioni, le emozioni poi imparano a viaggiare. E si moltiplicano.»

Questo testo rappresenta una sintesi del servizio “A scuola di charity: così raccogliamo fondi”, di Monica Freguglia, pubblicato su Correre n. 400, febbraio 2018 (in edicola da mercoledì 31 gennaio), alle pagine 124-125.

Correre Febbraio 2018

Speciale numero 400 – Cosa è cambiato in questi 37 anni di corsa e di Correre? Molto, tra cui la considerazione che gli “altri” hanno di “noi”. Ripercorriamo l’evoluzione del running attraverso le immagini, il linguaggio e gli argomenti più trattati dalla nostra rivista. (Cristina Aramini, Chiara Collivignarelli e Fabio Marri) Emergenti – Da Giuliano […]

SEMPRE IN QUESTO NUMERO

15 consigli per un podista perfetto

30 Gennaio, 2018

Se siete appassionati di corsa e cercate un riepilogo degli obiettivi di una preparazione specifica, eccovi le 5 sedute imprescindibili per preparare al meglio le 3 distanze più gettonate del podismo: 10 km, mezza maratona e maratona. Trattandosi di linee guida generali, questi schemi non tengono conto della necessità di individualizzazione dell’allenamento e alcune sedute […]

L’inverno del trail runner: salite e forza che fanno bene a tutti

30 Gennaio, 2018

Resta poco più di un mese di stagione fredda, un periodo prezioso in cui svolgere attività importanti, alle quali diventerà difficile dedicarsi quando la stagione agonistica riprenderà il sopravvento. Lo sviluppo della forza, ad esempio, che fa bene a tutti i runner, non solo a quelli che corrono in natura. Allenamenti di qualità L’inverno è […]

Alla scoperta dello squat naturale

30 Gennaio, 2018

Siamo appena all’inizio del 2018, ma la nuova rubrica di Daniele Vecchioni sta già raccogliendo parecchi consensi. Dopo la prima “puntata”, dedicata alla corsa naturale rigenerante, nel numero di febbraio Vecchioni ci spiega l’esercizio dell’accosciata completa, utile a migliorare la nostra mobilità. Un gesto spontaneo Lo stile di vita attuale ci costringe ad abitudini che […]

Correre compie 400 numeri 

30 Gennaio, 2018

Correre di febbraio 2018 è il numero 400 della nostra rivista: 400 numeri in 37 anni. 37 anni quasi esatti: dal 23 marzo 1981 dell’uscita in edicola del numero uno a questo febbraio 2018. Inevitabile, da parte nostra, chiedersi “cos’è cambiato?”, rispondersi “molte cose”, commentare “meno male” o “purtroppo”, a seconda degli ugualmente rispettabili punti […]

Un po’ podista e un po’ runner, il giusto mix della passione per la corsa

30 Gennaio, 2018

Mai come in questo caso, possiamo dire che la copertina di Correre racconta tutto: tutto il numero 400 che raggiunge i lettori in versione digitale da martedì 30 gennaio e in edicola da mercoledì 31. “Come eravamo, come siamo” recita lo strillo maggiore, sottolineato dalla specifica indicazione: “i primi 400 numeri della nostra vita”. L’indovinata […]