fbpx

Pensando a una mezza maratona da preparare in 6 settimane

28 Febbraio, 2021
Foto Benini
In attesa che il calendario ritorni a essere ricco di scelta come prima della pandemia, continua a essere necessario fare i conti con l’incertezza sul futuro. Mai perdersi d’animo, però: se anche la competizione dovesse essere annullata, si possono portare avanti le sedute e affrontare percorsi analoghi a quello di gara come chiusura del ciclo di lavoro. 

L’attuale situazione sanitaria lascia nell’incertezza sia chi corre che chi organizza con eventi che purtroppo vengono posticipati o annullati anche sotto data con enorme e inevitabile rammarico.

La programmazione di ogni evento è sempre in bilico e chi corre deve fronteggiare repentini cambi di obiettivi, con il forte rischio di girare a vuoto.

Se salta la gara e siete pronti, però, non mollate: simulatela studiandovi un percorso preciso e corretela come se fosse la chiusura di un ciclo di preparazione. E’ quello che insieme a Lorenzo Falco vi proponiamo attraverso un programma di allenamento di 6 settimane dedicato alla preparazione di una mezza maratona, che potete inserire tra marzo e la metà di aprile, come se la vostra gara si corresse un mese e mezzo dopo l’inizio del ciclo.

Caratteristiche tecniche della prova

La maratonina è una prova intermedia tra le gare corte (dai 15 km) e la maratona. Dal punto di vista dello sforzo fisiologico è certamente più vicina alle prime rispetto alla 42 km: vi interviene anche una piccola, ma rilevante, componente anaerobica (sforzo, fiatone) che è interamente assente, ad esempio, nella maratona.

Prima di cimentarsi nella stesura di una programmazione per la mezza bisogna chiarirne gli obiettivi: la si corre per chiuderla come un normale lungo, oppure la si vuole finalizzare con una preparazione specifica? Non è una distanza adatta a tutti: il carico di chilometri comincia a crescere rispetto alle distanze più corte e gli acciacchi e le noie muscolari si potrebbero presentare con più probabilità. Dunque gli obiettivi di un progetto mirato sono principalmente due:

1) garantire alle gambe e al proprio sistema di adattamento cardiorespiratorio la capacità di tollerare i chilometri, quindi la quantità e la continuità;

2) conservare un’adeguata velocità di base, molto utile per mantenere il ritmo e partire già bene, evitando cali dopo la prima ora di corsa.

Quattro uscite minimo

Chi può seguire un piano ottimizzato per la mezza? Chi si allena con regolarità almeno 4 volte alla settimana, chi ha già sperimentato temi di allenamento più evoluti (come fartlek, progressivi, medi e ripetute lunghe), chi affronta la corsa in forma scientifica ed è in grado di conoscere il proprio valore, basato sempre sul ritmo, chi ha a disposizione luoghi di allenamento opportunamente misurati, indispensabili per una seduta di qualità, anche per una distanza mediamente lunga. Questi aspetti sono fondamentali. Mentre per una 10 km possono essere sufficienti 3 sedute settimanali, per la preparazione di una 21,097 km il minimo è di 4 uscite, per gestire una preparazione corretta e scrupolosa.

E dunque siete pronti ad affrontare un piano di lavoro di 4 sedute settimanali per 6 settimane? Su Correre di marzo troverete il programma completo e se la manifestazione dovesse saltare non preoccupatevi: corretela in allenamento, coinvolgete qualche compagno di squadra, andate prima sul percorso a verificare i vari passaggi in modo da non avere dubbi. E mettetevi in gioco.
Nota: Questo testo rappresenta una sintesi del servizio “Pensando a una mezza maratona”, di Lorenzo Falco, pubblicato su Correre n. 437, marzo 2021 (in edicola da inizio mese), alle pagine 36-40.

Correre Marzo 2021

Questo mese parliamo di… Allenamento – Ritmo e resistenza. Due strade di lavoro diverse per imparare a sostenere in gara un passo superiore rispetto alle esperienze precedenti. Orlando Pizzolato parte dalle esperienze dell’allenatore Renato Canova per applicarle con le dovute proporzioni alle tabelle degli amatori.  Allenamento – Mezza maratona in sei settimane. Una proposta che […]

SEMPRE IN QUESTO NUMERO

L’allenamento bigiornaliero

18 Marzo, 2021

L’allenamento bigiornaliero ossia le doppie sedute sono indispensabili per eccellere in qualunque attività sportiva. Qualche esempio di come possono venire strutturate dai tecnici dell’atletica leggera professionale, differenziato a seconda delle specialità In ogni sport per compiere un salto di qualità ci si deve per forza allenare due volte al giorno. In qualche caso anche tre. […]

Tra ritmo e resistenza

11 Marzo, 2021

Caratteristiche e peculiarità di due approcci di lavoro che, partendo dalle abitudini dei professionisti, possono con le dovute differenze essere applicati anche alle tabelle degli amatori.  A due atleti, un keniota-etiope e un caucasico, viene proposto di correre per un’ora al ritmo di 3’/km. Entrambi sono certi di non farcela e per questo operano due […]

Quando cede l’arco plantare

08 Marzo, 2021

Quello che può accadere durante il gesto della corsa e le soluzioni da mettere in atto una volta accertata la presenza del problema in questione. Molti podisti accusano questa situazione i cui confini sono difficilmente decifrabili: «Dottore, ho la sensazione che l’arco plantare abbia ceduto, vede come il piede ruota verso l’interno, l’altro giorno correvo con […]

Vogliamo te: diventa trail runner insieme a noi

04 Marzo, 2021

Tre lettori verranno scelti per affrontare un percorso di crescita consapevole che culminerà in autunno con un’uscita in montagna insieme a due tra i più qualificati coach nel mondo della corsa off road: Fulvio Massa e Simona Morbelli. Abbiamo di nuovo bisogno di voi, del vostro entusiasmo, fatto di voglia di crescere, migliorarsi, acquisire nuove […]

Scarpe, come fare la scelta corretta

01 Marzo, 2021

I suggerimenti pratici del nostro esperto per selezionare e comprendere in tutti i loro aspetti i modelli disponibili sul mercato e più adatti. Anche in base alla nostra individualità. La scelta della scarpa più adatta alle nostre caratteristiche fisiche e all’uso che ne dobbiamo fare è da sempre uno dei più grandi interrogativi di chi […]

Per i suoi quarant’anni Correre si regala il futuro

28 Febbraio, 2021

Nel tentativo di non ripetersi e di non annoiare il lettore, per questa ricorrenza è stata prevista una sola “finestra” sul grande arco di tempo il cui il podismo-running ha avuto Correre come testimone: le 16 parole chiave attraverso le quali ripercorriamo il significato complessivo di questo cammino nel tempo.  Con il numero 437, marzo […]

Con Correre di marzo c’è Scarpe&Sport in omaggio

26 Febbraio, 2021

Al prezzo consueto di 5,50 euro i lettori riceveranno sia Correre sia Scarpe&Sport, senza più il sovrapprezzo che portava il costo totale delle due riviste a 7,50 euro. Tra i 1.046 modelli pubblicati il running la fa come sempre da padrone con 338 scarpe da corsa su strada e 211 da trail running, ma ricca […]

Training Mix: tutti i vantaggi di ciclismo e mountain bike

26 Febbraio, 2021

A 40 anni appena compiuti Correre esplora nuovi territori – per la verità già sfiorati in passato –  e lo fa attraverso una sezione che vi accompagnerà nei prossimi numeri. Tra le pagine di “Training mix” troverete approfondimenti, spunti, consigli e riflessioni sugli allenamenti alternativi e/o integrativi alla corsa. Training Mix – A inaugurare quello […]