fbpx

Giovani leoni crescono

28 Novembre, 2018
Foto: Giancarlo Colombo

La rubrica “Giovani Leoni” fece il suo ingresso su Correre nel numero di novembre 2013. In un periodo di particolare crisi della corsa agonistica italiana, sia nel mezzofondo sia nella maratona, decidemmo di ricominciare a mettere in contatto i nostri lettori con i nuovi talenti della corsa e di dar loro visibilità e sostegno seguendone insieme, lettori e redazione, la vicenda agonistica ed esistenziale, il loro diventare adulti. 

Detto, fatto: nell’estate di quell’anno Francesca Grana raggiunse la nazionale giovanile in raduno a Moena (TN) sotto l’occhio tecnico e paterno di coach Endrizzi. Ne nacque un silos di interviste che si fecero prima clip video per la nostra pagina facebook e per Correre.it, poi un servizio sulla rivista, articolato in due puntate: la prima (Correre di novembre 2013) dedicata agli “allievi” (16-17 anni) protagonisti dei Campionati mondiali under 18 di Donetsk, la seconda concentrata sugli azzurri impegnati a Rieti per i Campionai europei Juniores (under 20).

60 numeri fa

Sul numero di dicembre 2013 (Correre n. 350), quindi, si concludeva la carrellata di presentazioni della covata di debuttanti tra cui si nascondeva, adesso possiamo dirlo, la meglio gioventù del mezzofondo italiano del nuovo millennio.

Ecco perché, a cinque anni di distanza dal primo articolo della rubrica Giovani Leoni, siamo tornati a chiacchierare coi protagonisti di allora: promesse mantenute o sogni infranti?

Un sogno dolceamaro

Quasi nessuno ha abbandonato l’atletica. E questo, forse, è l’aspetto che stupisce di più.

Alcuni “ce l’anno fatta” e non hanno mai smesso di far parlare di sé. Quasi tutti continuano a correre dietro allo stesso sogno azzurro di allora, pur tallonati dal dubbio se riusciranno ancora a raggiungerlo o meno. Corrono. Con meno spensieratezza. Con ostinata testardaggine. Ma corrono. E tanti ancora giurano che il prossimo sarà l’anno della verità. Un po’ meno dolce. Molto più amaro rispetto a quel sogno di cinque anni fa. 

Tra infortuni e ambizioni

Riparlando coi protagonisti di Rieti e di Donetsk, ci siamo fatti raccontare cosa sia cambiato in loro, nelle loro vite e nel loro modo di vivere l’atletica. 

Per provare a capire dove e come si sia inceppato il meccanismo che li aveva proiettati ai vertici dell’atletica nazionale, perché certe promesse non siano state mantenute o come abbiano fatto a diventare gli atleti che già allora sognavano di essere.

Anche stavolta, come già allora, con lo stesso criterio di quella prima volta, dividiamo il servizio in due puntate e con identica scansione: gli “allievi” di allora in questo numero di Correre di dicembre 2018, gli under 20 del 2013 nella prossima uscita, gennaio 2019.

Nelle otto pagine del servizio trovate le testimonianze di Elena Bellò, Yassin Bouih, Yohanes Chiappinelli, Yemaneberhan Crippa, Said Ettaqy, Marco Lano, Jacopo Peron, Giulio Perpetuo, Nicole Reina, Silvia Salera, Eleonora Vandi e Federica Zenoni. 

Nota: Questo testo rappresenta una sintesi del servizio “Domani in un istante”, di Francesca Grana, pubblicato su Correre n. 410, dicembre 2018 (in edicola a inizio dicembre), alle pagine 72-79.

Correre Dicembre 2018

Questo mese parliamo di… Panorama – Ripercorriamo la storia di Federica Boifava, una delle ultratrailer più forti d’Italia che ha detto “stop” all’agonismo, ma non all’entusiasmo per la dimensione più autentica della corsa. (Leonardo Soresi) Allenamento – “Quando i soliti allenamenti non funzionano”. È questo il tema affrontato da Orlando Pizzolato che, in caso di […]

SEMPRE IN QUESTO NUMERO

Quando il gioco si fa duro… i veri runner cominciano a giocare

28 Novembre, 2018

C’è vita sul pianeta corsa. La cronaca ce lo ha ricordato. Correre di dicembre è percorso dalle immagini della Venicemarathon e dalle parole che ha ispirato. Ne è talmente pieno, di quelle parole e di quelle immagini, che se ne sollevi una copia dal tavolo potresti veder sgocciolare ancora l’acqua alta dalle pagine. Da tempo, […]

Anteprima scarpe: 21 modelli per un 2019 tutto da correre

28 Novembre, 2018

995 modelli di scarpe in rappresentanza di 37 brand: questi i primi numeri di Scarpe&Sport, in edicola a inizio gennaio con le riviste Correre, Il Nuovo Calcio e Triathlete. Calzature per gli appassionati di running su strada e off road, ma anche per altri 9 diffusissimi sport, fra cui tennis, ciclismo, calcio e attività outdoor, […]

Quel dolore all’avampiede

27 Novembre, 2018

  La metatarsalgia è una patologia statisticamente molto frequente, soprattutto in relazione ad attività sportive condotte con intensità, come la corsa su lunghe distanze. È importante non sottovalutarla nella sua fase iniziale, quando il disagio è confinato a banali callosità confinate a livello dell’avampiede. I sintomi Nel caso di una reazione infiammatoria è presente localmente […]

Tutti i rischi della frenata

27 Novembre, 2018

  Un recente studio nel campo della biomeccanica, svolto in Canada all’Università della British Columbia, presentato all’American College of Sports Medicine conference e pubblicato dallo Scandinavian Journal of Medicine & Science in Sports, ha dimostrato come la forza con quale si arresta la propria corsa sia una causa importante di infortuni.  Scoperta sorprendente Per effettuare […]

Il bello dell’inverno

27 Novembre, 2018

In genere l’inverno non viene vissuto come la stagione migliore per la corsa e non è difficile comprenderne il motivo. Le giornate sono corte e fredde e questo ci porta, naturalmente, a preferire il calore e la comodità di casa nostra rispetto a un’uscita di corsa dopo il lavoro. Anche molti runner in questo periodo […]

Quando i soliti lavori non funzionano 

27 Novembre, 2018

Cosa significa allenare un podista? Significa proporre un livello adeguato d’intensità da sostenere per uno specifico periodo, in modo da determinare un’evoluzione fisica. Soggetti che si allenano alla stessa intensità, però, non sempre ottengono gli stessi miglioramenti.  A tu per tu con i “no responder” Questa situazione è comune anche ad atleti di alto livello. […]