fbpx

Correre al caldo con piacere? Si può

12 Agosto, 2020
Foto: Pierluigi Benini
È possibile ambientarsi e vivere al meglio la corsa anche quando il clima si fa torrido. A patto di conoscersi, idratarsi, non sfidare il caldo nelle ore più calde, non puntare ad allenamenti di elevata intensità. 

L’obiettivo è: “non smettete di correre e muovervi solo perché fa caldo. Piuttosto fate quello che noi esseri umani sappiamo fare meglio: adattarsi. Ogni stagione, mese e clima hanno delle caratteristiche specifiche e i runner dovrebbero imparare ad adeguare allenamenti e abitudini in base alle condizioni in cui si trovano. Anche questo fa parte delle abilità di essere un corridore.”  

Allenarsi alle alte temperature

Con questa finalità, Daniele Vecchioni affronta su Correre di agosto il tema del correre al caldo fornendo al lettore una serie di consigli per vivere al meglio uscite e allenamenti anche quando il clima si fa torrido, ma senza rischi

“Le alte temperature – spiega l’inventore del metodo “Correre naturale” – hanno infatti il potere di aumentare esponenzialmente la sensazione di fatica, di accelerare la disidratazione e, in generale, di farci sentire più stanchi, tanto da annullare anche la voglia di allenarsi. Non a caso nei mesi più caldi molti corridori riducono le sedute o si prendono una pausa.” 

Sempre e solo a sensazione

“Nella corsa è importante conoscersi e sapersi ascoltare, a maggior ragione in condizioni climatiche non proprio favorevoli. Inoltre, a meno che non vi stiate preparando per un obiettivo specifico, potete sfruttare agosto proprio per diventare più abili nell’ascolto del corpo. Continuare ad allenarsi cercando la performance o tentando di guardare l’orologio non solo può essere uno sforzo inutile, ma rischia anche di danneggiare il lavoro svolto. Il caldo e l’umidità sono infatti già di per sé un forte elemento di stress per il corpo, che non ha senso sollecitare ulteriormente. 

In questo periodo è bene dunque optare per allenamenti a bassa intensità, alternati anche a camminate: puntare ad aumentare i chilometri e il tempo sulle gambe senza stressare il nostro sistema è la scelta più saggia per mantenere la forma e riuscire a godersi l’attività. 

Nota: Questo testo rappresenta una sintesi del servizio “Il gusto di correre al caldo”, di Daniele Vecchioni, pubblicato su Correre n. 430, agosto 2020 (in edicola a inizio mese), alle pagine 42-43.

Correre Agosto 2020

Questo mese parliamo di… Panorama – Si arrende anche la maratona di New York 2020, annullata e rimandata al 7 novembre 2021. (E così farà Chicago poco dopo). Il punto di Chiara Collivignarelli. Allenamento – Obiettivo: correre più veloci e più a lungo. Una nuova proposta stimolante e divertente per migliorare le prestazioni degli atleti […]

SEMPRE IN QUESTO NUMERO

Con i piedi a papera

19 Agosto, 2020

Come si svolge l’appoggio del piede? Luca De Ponti ci guida a osservare nel dettaglio le fasi di contatto del piede col terreno, soffermandoci sui possibili aspetti negativi di un’extra rotazione verso l’esterno. Il nostro esperto, Luca De Ponti, apre l’articolo di Correre di agosto analizzando la successione di movimenti che caratterizzano il momento di […]

In caso di perdita dell’orientamento

10 Agosto, 2020

Quando si praticano attività outdoor, quella di perdersi è un’evenienza sempre possibile. Su Correre di Agosto scopriamo che cosa accade nel nostro cervello in queste situazioni, evitando di prendere decisioni disastrose. I consigli di Pietro Trabucchi. Chi non si è mai perso in vita sua alzi la mano. Difficile che non vi sia mai capitato, […]

È il momento di rigenerarsi

08 Agosto, 2020

Dopo la quarantena, molte runner si sono ributtate con foga in uscite e allenamenti. Comprensibile, ma forse pure un’arma a doppio taglio che può avere portato a eccessi. Ecco perché i concetti di recupero e riposo, osservati anche dal punto di vista emotivo, si fanno ancora più importanti. Con l’ascolto del proprio corpo come chiave […]

Migliorare in efficienza

31 Luglio, 2020

Il metodo usato da Orlando Pizzolato per perfezionare il proprio rendimento: una proposta stimolante e adatta a tutti gli amatori, per correre veloci e più a lungo. “Ho deciso di presentare la strategia di allenamento che utilizzo attualmente per migliorare la mia efficienza. Il principio alla base è quello di arrivare a correre svelti a […]

In cerca dei runner smarriti

31 Luglio, 2020

Il nostro habitat di corridori è fatto di gare: con quel chiodo conficcato nel futuro si procede assicurati alla fune della programmazione per crescere di condizione. Senza, sarà l’ultimo dei problemi di questo Paese, ma ci si sente un po’ persi. Il tema affrontato da Pietro Trabucchi alle pagine 40 e 41 di Correre di […]