Bando maratona di Roma: la scelta si avvicina, sfida finale a quattro

Foto: Giancarlo Colombo
Di: a cura della Redazione

Sembrava fatta, e invece ancora no. Fumata nera, insomma: l’estate è piombata, immobilizzandoli, sui lavori della commissione voluta dal Comune di Roma per assegnare tramite bando pubblico l’organizzazione della maratona della Capitale per il quadriennio 2019-2022. 

Correre di settembre va in edicola pressoché in concomitanza con la ripresa dei lavori della commissione e per questo ripropone un riepilogo della situazione. 

Partita a quattro 

La situazione sembrava in procinto di poter uscire dalla nebbia delle indiscrezioni nella giornata di martedì 17 luglio, quando si è tenuta la riunione d’insediamento della commissione stessa, ma la seduta si è risolta nell’apertura “tecnica” delle buste “amministrative” delle candidature (pervenute entro il termine del 25 maggio) e nella verifica della sussistenza dei requisiti richiesti.

È stato così posto in essere un primo elemento di selezione, che ha ammesso a proseguire le candidature espresse da Infront, RCS Sport-RCS Active Team, Atleticom e 42,195, mentre è rimasto escluso il progetto che faceva capo a Flavio Salvarezza. 

Tutto potrebbe (e dovrebbe) essere deciso entro questa prima parte dell’autunno, altrimenti organizzare un evento della dimensione della maratona di Roma risulterà davvero difficile, per non dire impossibile.

Per questo Correre continua a mantenere aggiornati i suoi lettori (molti dei quali maratoneti) su questa partita che presenta alcune complessità:

– i due ricorsi contro il bando presentati da Italia marathon club (Enrico Castrucci, attuale organizzatore della gara) e RCS Sport-RCS Active Team. Venerdì 13 luglio era attesa la pronuncia del TAR del Lazio sull’ammissibilità dei due ricorsi contro il “bando maratona” del comune di Roma. Quel termine, però, è passato senza alcun segnale da parte dell’organo giudicante.

– Venerdì 27, la Fidal ha presentato in grande stile un accordo con la Infront. Si tratta di una collaborazione che legherà le due realtà per 6 anni, dal 2019 al 2024, e nella quale la Infront si è impegnata a garantire alla Federazione 12,9 milioni di euro come minimo garantito. La Infront, però, è anche leader di uno dei consorzi candidati all’organizzazione della maratona di Roma e la Fidal fa parte della commissione che designerà il vincitore della gara d’appalto. Il rischio è che qualche candidato lamenti il conflitto di interesse e aggiunga un ricorso al TAR.

Una ricostruzione attendibile 

Con soddisfazione noi di Correre abbiamo notato come la realtà di questo bando, tappa per tappa, stia confermando la ricostruzione proposta in anteprima su Correre di luglio.

I candidati sono risultati, infatti, essere 5:

1. Infront – Una società appositamente creata dal colosso dei diritti televisivi nel mondo dello sport, che dal punto di vista operativo chiamerebbe a collaborare l’Italia Marathon Club, cioè l’attuale gruppo organizzatore che fa capo a Enrico Castrucci.

2. RCS Sport-RCS Active Team Il braccio operativo de La Gazzetta dello Sport, con il supporto organizzativo del GS Bancari Romani di Luciano Duchi, organizzatore della Roma-Ostia.

3. 42,195 

La società riconducibile al progetto Purosangue di Nico Pannevis e Massimiliano Monteforte, che ha diffuso un comunicato teso a sottolineare il coinvolgimento in questa squadra di grossi calibri nell’organizzazione del running internazionale. 

4. Atleticom 

Nome del consorzio che fa capo a Camillo Franchi Scarselli, famoso a Roma soprattutto come organizzatore del grande appuntamento di San Silvestro, la We run Rome. In questa candidatura è confermato il coinvolgimento della maratona di Città del Messico. 

5. Salvarezza

Componente il nucleo originario di organizzatori della maratona di Roma, assieme a Enrico Castrucci e Luciano Duchi. La commissione ne ha bocciato la candidatura per mancanza dei requisiti richiesti dal bando. 

Nota: Questo testo rappresenta una sintesi del servizio “Una procedura lunga… molto più dei 42 chilometri”, di Daniele Menarini, pubblicato su Correre n. 407, settembre 2018 (in edicola a inizio settembre), alle pagine 20-22.

Articoli Correlati

Maratona di Roma, Piazza Venezia
Maratona di Roma: Infront vince il bando, ritorna Castrucci
Maratona di Roma: ProAction sponsor della 25ª edizione
Alfio Giomi, Enrico Castrucci, Virginia Raggi
Bando maratona di Roma – La sindaca Raggi: in caso di ritardo, organizzerà la Fidal 
Maratona di Roma
Bando maratona di Roma – aperte le buste: cinque concorrenti, quattro giudicati idonei 
Maratona di Roma: ricorso sul bando, decisione rinviata a luglio
Maratona di Roma: sale l’attesa per la 42km sulle strade della Capitale