fbpx

Anno nuovo? Nuovo stile di vita

01 Gennaio, 2018

Per gli abituali visitatori di Correre.it questo invito sarà forse superfluo, ma qualche loro amico potrebbe beneficiare dei consigli per cambiare radicate abitudini e adottare un nuovo stile di vita con dentro la corsa.

L’obiettivo di chi comincia a correre sarà un nuovo stato di benessere complessivo, da raggiungere in tre mosse:

• il movimento come regola,

• cibi gustosi, ma sani,

• il sorriso come compagno di vita.

Il movimento come regola

Utilizzare l’auto il meno possibile, correre o camminare in ogni occasione per il puro piacere di farlo, salire le scale anche quando sono disponibili ascensori o scale mobili. Concedersi un’ora di passeggio, dopo cena, anche con neve e freddo, sacrificando TV, smartphone e attività social. Giocare con i bambini.

Tutto questo movimento aiuterà a restituire al nostro corpo l’efficienza muscolare e metabolica che lo ha caratterizzato fin dall’età preistorica, quando prese forma la sua natura di animale nato per correre.

Cibi gustosi, ma sani

Obiettivo: scegliere e non subire i cibi di cui ci si vuole nutrire. E una volta scelto il cibo, gustarlo appieno come uno dei piaceri della vita. Vino, cioccolato, caffè e miele non sono cibi da evitare, ma da moderare. Gustandoli, masticandoli, assaporandoli, annusandoli.

Il sorriso come compagno di vita

Cosa sarebbe la vita senza allegria? E la corsa senza allegria?

Corpo e anima li dobbiamo considerare come due parti di un’unica sostanza, il nostro esistere.

Due mani che per applaudire hanno bisogno l’una dell’altra.

Abbiamo avuto la fortuna di aver incontrato la corsa: facciamo lievitare questa fortuna affinché si trasformi in benessere e salute.

Mentre concludiamo questo invito a una vita nuova, pensato soprattutto per chi ancora non corre, ci rendiamo conto che la seconda e terza “mossa” del cambio di vita riguardano anche molti runner consolidati, che si allenano da professionisti ma non mangiano da corridori, o che ci sembrano aver perso il sorriso, per un infortunio (che non capita mai per caso) o per la tendenza a prendersi troppo sul serio.

 

Articoli correlati

Angelini: quanti danni in un anno senza sport

13 Aprile, 2021

Il Prof. Fabrizio Angelini lancia il grido d’allarme in particolar modo sui giovani, in questo lunghissimo anno di pandemia da Covid19 privati dell’aspetto socializzante e preventivo dello sport “Ci svegliamo al mattino credendo di aver fatto un brutto sogno, invece siamo costretti a trascorrere quasi tutta la giornata seduti. Siamo diventati delle “sedie animate”: non […]

Corri verso il benessere

10 Aprile, 2021

Il benessere è uno stato generale di buona salute fisica, psichica e mentale che caratterizza la qualità della vita di ogni singola persona. Non possiamo farne a meno. Nel libro Corri verso il benessere il coach Ignazio Antonacci parla di questo e di come ognuno di noi abbia un mezzo naturale molto potente per migliorare […]

Dita a martello

19 Novembre, 2020

Si tratta di una condizione che, nel tempo, può portare a problemi e dolori ai metatarsi. Le dita a martello sono il risultato di una posizione anomala in flessione. Una situazione che all’inizio può essere solo un atteggiamento, ma che rischia di trasformarsi in una postura cronica e dolorosa. Questo anche perché l’articolazione deformata sfrega […]

Salute nella corsa

13 Novembre, 2020

Uno dei più attuali, completi e innovativi manuali dedicati alla nostra disciplina, La salute nella corsa è un’opera ricchissima, scritta da Blaise Dubois in collaborazione con altri 50 specialisti del settore. Dall’allenamento, alla prevenzione, fino al recupero degli infortuni, in queste quasi 500 pagine si trova tutto quello che bisogna sapere per diventare runner migliori […]