fbpx

Anniversary Games, seconda giornata: Amos batte Rudisha negli 800 metri

26 Luglio, 2015

E’ andata in scena allo Stadio Olimpico di Londra la seconda giornata dei Sainbury Anniversary Games, undicesima tappa della IAAF Diamond League.
In una giornata climaticamente migliore rispetto alla prima serata Nijel Amos ha vinto gli attesissimi 800 metri maschili su David Rudisha nella riedizione della storica finale olimpica di Londra 2012 dove il keniano migliorò il record del mondo correndo in 1’40”91 senza lepri. Questa volta è stato il giovane campione del Botswana a prevalere per un decimo di secondo in 1’44”57 con uno sprint sul rettilineo finale. Il polacco Adam Kszczot é stato il migliore degli europei in terza posizione con 1’44”85.

Una settimana dopo aver realizzato la terza migliore prestazione mondiale di sempre sui 1500 a Montecarlo Asbel Kiprop ha vinto con uno splendido allungo sul rettilineo finale l’Emsley Carr Mile in 3’54”87 sullo statunitense Matthew Centrowitz (3’55”01)

Eunice Sum ha conquistato il successo negli 800 metri in 1’58”44 sulla campionessa europea dei 1500 Sifan Hassan che ha stabilito il record personale con 1’59”46.

Nei 5000 femminili Mercy Cherono ha rimontato la statunitense Molly Huddle che era andata in fuga prendendo un vantaggio di 50 metri superandola ad un giro dalla fine. La keniana si è imposta in 14’54”81 mentre la Huddle ha concluso in 14’57”42.

Conseslus Kipruto si è imposto allo sprint su Jairus Birech nei 3000 siepi maschili in 8’09”47.

La seconda giornata dei Sainsbury Anniversary Games è stata nobilitata dallo straordinario 6.03m di Renaud Lavillenie che nell’asta ha superato l’asticella a 6.03 migliorando di un cm il suo record dello stadio stabilito due anni fa. Ottimo anche il ventunenne canadese Shawn Barber che ha migliorato di due centimetri il suo record con 5.93.

Vola anche Dafne Schippers che ha vinto i 100 metri stabilendo il record olandese e la dodicesima prestazione all-time europea con 10”92 battendo Blessing Okagbare, seconda con 10”98, Murielle Ahouré (11”01) e Dina Asher Smith, quarta in 11”06 dopo aver battuto il record britannico in batteria con 10”99.

La giamaicana Elaine Thompson ha stabilito il record del meeting sui 200 metri con 22”10 battendo Tori Bowie (22”32). Waide Van Niekerk , uno dei quattro velocisti della storia capaci di correre in carriera sotto i 20 secondi sui 200 e sotto i 44 sui 400, ha vinto nettamente i 400 metri in 44”63.

Nel salto in lungo maschile Marquis Dendy si è imposto con 8.38m davanti al sudafricano Zarek Visser e al campione olimpico di Londra Greg Rutherford.