fbpx

Andrew Howe torna a buoni livelli con 7.89m a Ancona

Andrew Howe (FOTO: Giancarlo Colombo)
Di: Diego Sampaolo

Ancona: Ottimo ritorno di Andrew Howe, che ha realizzato la misura di 7.89m al Banca Marche Palas di Ancona, seconda prestazione europea dell’anno e prestazione che sfiora di un centimetro il minimo per i prossimi Europei Indoor di Belgrado (3-5 Marzo). Il vice campione mondiale di Osaka 2007 e oro europeo outdoor di Goteborg 2006 non si esprimeva a questi livelli dal 2010 quando si classificò quinto agli Europei di Barcellona a causa di tanti problemi fisici. Howe ha ripreso ad allenarsi con rinnovato entusiasmo inseme al bronzo olimpico di Londra 2012 del salto triplo Fabrizio Donato a Castelporziano vicino a Roma.

Sempre sulla pista di Ancona, che ospiterà anche quest’anno tutti i Campionati Italiani Indoor a livello juniores e promesse, under 18 e assoluto, si è messa in luce la stella emergente dei 400 ostacoli Ayomide Folorunso, che ha fermato il cronometro in 24”02 sui 200 metri nella prima serie precedendo la compagna di nazionale della staffetta 4×400 Maria Benedicta Chigbolu, che ha realizzato il record personale con 24”24 e Raphaela Lukudo (24”26). Maria Enrica Spacca si è imposta nella seconda serie in 24”23 davanti a Chiara Bazzoni (24”49).

Padova: Il lombardo Simone Cairoli si è aggiudicato il terzo titolo italiano della sua carriera nell’eptathlon indoor ai Campionati Italiani di Prove Multiple dopo i successi del 2014 e del 2015 totalizzando lo score di 5760 punti, che gli ha permesso di battere Jacopo Zanatta (5438 punti). In una serie di gare di contorno il bronzo iridato degli 800 metri Amel Tuka (bosniaco allenato dal responsabile federale del mezzofondo veloce Gianni Ghidini) ha fatto registrare il tempo di 47”57. Ilaria Vitale ha realizzato il minimo per i Campionati Europei Indoor di Belgrado correndo i 400 metri in 54”00 davanti a Marta Milani ((55”64).

Vienna (Austria): Buoni risultati nel mezzofondo. Oltre al successo dell’italiano Yassin Bouih sui 1500 metri in 3’42”78 vanno registrati anche l’1’47”20 del britannico Guy Learmonth e il 2’02”71 della ceca Diana Mezuliankova sugli 800 metri. Da sottolineare anche l’ottimo 51”86 sui 400 metri della campionessa europea dei 400 ostacoli di Zurigo 2014 Elidh Child.

Vilnius: La saltatrice in alto lituana Airine Palsyte ha realizzato la miglior misura mondiale dell’anno con 2.00m pareggiando lo stesso risultato della russa Mariya Kuchina di alcuni giorni fa.

Articoli Correlati

Selwa Naser terza donna di sempre sui 400 metri
Brazier primo statunitense a vincere il titolo mondiale degli 800 metri, Re vince la batteria dei 400 metri
Sara Dossena
Dossena, ecco cosa è successo a Doha
Shelly Ann Fraser Pryce vince il quarto oro iridato sui 100 metri
Filippo Tortu
Doha 2019: Crippa eliminato nelle batterie dei 5000 metri 
Livigno: la nuova pista hi-tech pronta ad affrontare il futuro dell’atletica